booked.net

Montella, finanziamenti a fondo perduto per la nascita di nuove imprese

L’Amministrazione Comunale di Montella, guidata dal Sindaco Rizieri Buonopane, ha deciso di destinare la prima annualità del contributo “Fondo Comuni Marginali”, pari a 77.325,39, interamente alla concessione di contributi per l’avvio di nuove attività nei territori dei comuni destinatari.

Nello specifico, l’avviso pubblicato in data odierna sull’albo pretorio e sul sito istituzionale del Comune di Montella (https://comune.montella.av.it/), prevede un contributo a fondo perduto, per il 100% della spesa rendicontata ammissibile, fino al limite massimo di euro 15.000,00 (quindicimila/00) per intervento.

I beneficiari sono potenziali imprenditori intenzionati ad intraprendere una nuova attività economica in ambito commerciale o artigianale nel territorio del Comune di Montella oppure imprese già esistenti intenzionate ad avviare una nuova attività produttiva, nei medesimi ambiti, nel territorio del Comune di Montella attraverso l’apertura di apposita un’unità locale.
Il contributo dovrà essere impiegato per la copertura di costi relativi a: Spese per locazione immobili e spese condominiali, spese di registrazione degli atti e di iscrizione a registri, procedure burocratiche, spese di adeguamento dei locali in funzione commerciale, spese per allestimento interno locali, spese per allacci ed utenze, spese per l’acquisto della strumentazione necessaria per il lavoro specifico e spese per l’allestimento di un sito web.
Le istanza devono essere presentate esclusivamente a mezzo PEC , entro il termine ultimo del 30 settembre 2022. Referente è il Dott. Dell’Angelo Antonio, Responsabile del Servizio III “Suap, Marketing, Comunicazione esterna, Promozione immagine dell’Ente” – antoniodellangelo@comunemontella.it – 0827 609006 interno 602.

  889 Visite

Paestum, giornata di solidarietà con la Polizia: raccolta sangue e omaggio alla memoria di Giovanni Palatucci

L’iniziativa è stata voluta dall’associazione Donatori Nati della Polizia di Stato in collaborazione con le associazioni “Giovanni Palatucci” e “Amici di Paestum e Velia”. L’Associazione DonatoriNati, che conta 14.000 iscritti ed è presente in 13 regioni d’Italia, è stata costituita nel luglio del 2003 per iniziativa di un gruppo di appartenenti alla Polizia di Stato con lo scopo di promuovere e sensibilizzare la cultura della donazione di sangue.

Alle ore 19, presso la Basilica Paleocristiana, si è celebrata una Messa in memoria di Giovanni Palatucci.

Alle ore 21, davanti al Tempio di Nettuno,  l’esibizione della Fanfara della Polizia di Stato. La Fanfara ha l’obiettivo di proseguire l’opera di promozione e diffusione dei valori della legalità attraverso la cultura musicale. Il complesso nasce principalmente per accompagnare le sfilate e le cerimonie ufficiali. Nel corso degli anni l’organico è stato arricchito con ulteriori strumentisti per permettere di avere un repertorio che spazi nei diversi generi, tra la tradizione ed il moderno, ed essere sempre più vicini alla gente. La Fanfara, che ha sede a Roma, attualmente è composta da circa cinquanta musicisti ed è diretta dal maestro Secondino De Palma; partecipa non solo alle cerimonie della Polizia di Stato, come i giuramenti degli allievi agenti presso le Scuole di Polizia, ma anche ad eventi culturali e a scopo benefico, di rilievo nazionale ed internazionale.

  525 Visite

ASA : è necessaria un’azione corale per garantire un ambiente sano, Taglio selvaggio sui Picentini e mancata tutela delle acque irpine

L’Associazione intercomunale ASA, fondata lo scorso autunno in Montella con l’obiettivo dichiarato della tutela e della salvaguardia dell’ambiente ritiene fondamentale costruire e consolidare forme di collaborazione tra i diversi attori territoriali allo scopo di dare forza ad un’azione comune di difesa ambientale.
È impensabile approcciarsi a dette tematiche circoscrivendole nel ristretto ambito dei territori comunali. Esempi lampanti sono le operazioni di taglio che storicamente affliggono i Picentini e la mancata tutela delle acque irpine. L’abbattimento sconsiderato di un bosco priverà una collettività dei suoi benefici – produzione di ossigeno, assorbimento della CO2 e polveri sottili – non solo gli abitanti del comune in cui esso ricade. Così come l’inquinamento di una falda o di un fiume avrà conseguenze che, travalicando i confini comunali, ricadranno su un territorio molto più ampio.

  723 Visite

Comunicato stampa Montella, grande successo per l'edizione 2022 di Convivio al Monte

COMUNICATO STAMPA Comune di Montella , grande successo per l'edizione 2022 di Convivio al Monte Si è chiusa domenica 7 agosto a Montella la seconda edizione del #ConvivioalMonte2022 L’evento, ideato e sostenuto dall’Amministrazione comunale di Montella, assessorato alle politiche culturali e sociali e con un contributo da parte della Provincia di Avellino, è stato possibile organizzarlo grazie alla messa a disposizione del Complesso architettonico di Santa Maria della Neve (o del Monte come viene storicamente chiamato dalla popolazione locale) da parte all’Arciconfraternita del S.S. Sacramento.
Doveroso è un sentito, e assolutamente non formale, ringraziamento all’Arciconfraternita ed in modo particolare al suo Presidente Michele Santoro, la cui efficiente collaborazione si è rivelata preziosa contribuendo alla buona riuscita di ogni singolo evento.
Convivio al Monte costituisce , nel panorama delle iniziative culturali provinciali, un riuscito , virtuoso esempio di rilancio di un territorio attraverso la valorizzazione di un patrimonio architettonico medievale quale il Complesso monumentale del Monte .
Luogo iconico , per storia e cultura , di riconosciuta identità locale che costituisce il filo rosso delle iniziative che si svolgono durante il #Convivio e che, in quel luogo storico trovano una naturale cornice che ne eslta la valenza.
L’identità locale a cui si fa riferimento non è quella che “ pietrifica “ persone , ambiente e ricchezze territoriali , ma quella che, attraverso la conoscenza della propria cultura in senso lato e la consapevolezza della sua valenza ( o anche del suo limite ) la valorizza con strategie di sviluppo : non la mortifica o la svende ma la esalta Elaborare strategie di sviluppo non si può con la chiusura , ma solo con l’ analisi approfondita delle potenzialità di un territorio
È questa la visione che ha ispirato le due edizioni di #Convivio al Monte, che chiudendosi con un bilancio del tutto positivo crea le premesse perché la formula possa ripetrsi negli anni a venire come è intenzione dell’amministrazione comunale di Montella
Un’occhiata, anche fugace, all’Agenda degli eventi che si sono succeduti dal 22 luglio al 7 agosto dà la misura dell’impegno profuso dall’Amministrazione comunale .
A partire dalla Mostra “Ecce Mater“ proposta dall’Associazione Montorocontemporanea , a cura di Gerardo Fiore , che ha presentato “una scrittura espositiva che, partendo da due ricerche differenti , tesse un dialogo fra la pittura di Eliana Petrizzi e la variegata ricerca artistica di Gennaro Vallifuoco , sul tema ancestrale della Madre” (dal testo che introduce la rassegna) ”la Mostra nasce dall’idea di voler omaggiare attraverso l’arte la forza della femminilità generatrice , la Mater , appunto…”
Molte le persone che hanno visitato la Mostra , almeno cinquecento le firme di chi ha ritenuto voler lasciare una sua testrimonianza Gli ambienti del Monastero , che suscitano la meraviglia di chi li attraversa per la prima volta e la rinnovano in chi già li ha conosciuti , hanno esaltato la valenza delle opere espste
Gli incontri letterari con presentazione di libri , i concerti ,i convegni le iniziative di promozione turistica , il treno del paesaggio che ha toccato Montella nei giorni del Convivio , lo spazio curato dal Forum dei giovani , sono tutti rintacciabili sulle pagine social del #Convivio , del Comune di Montella , di Montorocontemporanea , sui Comunicati stampa che di volta in volta sono stati diffusi
Un sentito grazie va a quanti hanno reso possibile l’evento :la Provincia di Avellino per il contributo economico, I conservatori di Avellino e Benevento per gli straordinari Concerti , il presidente di Rete destinazione Sud e i 45 Sindaci che hanno sottoscritto il Protocollo d’Intetesa 2023 Anno del turismo di ritorno, Claudia Iandolo e Franco Genzale per la presentazione delle loro opere, le Volontarie che hanno consentito l’apertura quotidiana della Mostra, Football Academy per la messa a disposizione di navette di collegamento per il Monte , l’Istituto Superiore R. D'Aquino per aver donato un pomeriggio di socialità e cultura con I Giochi di una volta, un patrimonio di valori da riscoprire da parte di genitori e figli ed infine Perrotta Castagne.
Il programma
• Venerdì 22 luglio Inaugurazione Mostra “Ecce Mater” di Eliana Petrizzi e Gennaro Vallifuoco e concerto a cura del Conservatorio Cimarosa di Avellino
• Sabato 23 luglio Firma del protocollo d'intesa “2023 Anno del Turismo di Ritorno. Alla scoperta delle origini”. Nel pomeriggio il convegno dal titolo ‘Il segno e il sogno’.
• Domenica 24 luglio concerto di musica napoletana eseguito dall’orchestra classica del Conservatorio ‘Nicola Sala’ di Benevento diretta dal Maestro Luigi Ottaiano.
• Giovedì 28 e venerdì 29 luglio, le presentazioni dei libri di Chiara Iandolo e Franco Genzale.
• Sabato 30 ‘I giochi del passato’ organizzato dall’ISS Rinaldo d’Aquino di Montella.
• Domenica 31 luglio Irpinia Express Il treno irpinodel paesaggio Avellino - Montella
• Gli altri appuntamenti Il tabellone del Convivio si è completato con una serie di altri appuntamenti organizzati con il contributo del Forum dei Giovani di Montella.

  674 Visite

Rumori nella notte di Totoruccio Fierro

In piena notte, quando le tenebre più dense e cupe calano inarrestabili sulle cose e su gli uomini, nel mentre mi avviluppa un silenzio assordante e cerco di abbandonarmi tra le braccia di Morfeo, improvvisamente mi arrivano da lontano le note di una vecchia e triste canzone, a cui fanno da contrappunto i latrati rabbiosi di un cane alla catena e il canto strozzato di un gallo, che anticipa frettolosamente il sorgere del sole!
Questi suoni, squarciando con ostinata determinazione lo spessore indolente delle tenebre notturne, arrivano ovattati fino a me che, attonito, tendo l'udito per captarli...
È notte fonda, sono solo e una struggente ed " oscura " malinconia scende nel mio cuore!

Totoruccio Fierro

  927 Visite

Montella: Il Comune in controtendenza alleggerisce le bollette

Montella – In un momento storico molto delicato, dal punto di vista economico e sociale, dopo una pandemia e con una guerra in corso, gli aiuti alle famiglie in difficoltà sono diventati indispensabili, ma non sempre lo Stato e le amministrazioni sono in grado di rispondere a questo bisogno.
Montella – Salta agli occhi, quindi, qualche buon notizia per i contribuenti e sicuramente lo è quella che hanno potuto verificare nei giorni scorsi i cittadini montellesi. Sono state, infatti, inviate le bollette relative alla TARI ed i montellesi potranno constatare, a differenza di quanto accaduto nella stragrande maggioranza dei comuni italiani, addirittura una riduzione rispetto all’anno precedente. Le riduzioni hanno riguardato sia le utenze domestiche, che quelle non domestiche. CONTINUA SU AVELLINO ZON

  1165 Visite

Montella 14 agosto 2022 Cerimonia di commemorazione

Montella 14 agosto 2022 ore 17.00 Cerimonia di commemorazione per i caduti di tutte le guerre e ricordo degli emigranti nel mondo 

  667 Visite

L'arte per la solidarietà - Montella 7 agosto 2022

Gesti d'amore presenta L'arte per la solidarietà - Montella 7 agosto 2022 - Dalle ore 09.00  alle ore 21.00  Ingresso principale Villa Elena e Celestino De Marco . 

 

  

  659 Visite

Montella Convivio al Monte - Presentazione del libro di Franco Genzale 29 LUGLIO 2022

Presentato   a Montella presso i Giardini del Complesso Monumentale Santa Maria della Neve "L'Irriverente - Con tutto il rispetto" di Franco Genzale. L'evento fa parte del programma dell'edizione di quest'anno di Convivio al Monte che ospita quest'anno, tra eventi culturali e tanto altro, la mostra Ecce Mater di Eliana Petrizzi e Gennaro Vallifuoco, visitabile ogni giorno.

Alla presentazione presente il sindaco del Comune di Montella Rino Buonopane, l'assessore alle Politiche Culturali Anna Dello Buono,  Camillo Caruso ha relazionare il libro di Franco Genzale, mentre a moderare la presentazione  Chiara Maffei.
La conclusioni  affidate al Vice presidente della Giunta Regionale della Campania Fulvio Bonavitacola.
Sarà presente l'autore.
"Questo libro comprende quattro anni di vita politica e amministrativa e regionale raccontati in due volumi con lo stile incisivo, ironico, irriverente, ma sempre con rispetto appunto e che metto a nudo i propri vizi e le non numerose virtù di una classe dirigente ben lontana da meritare il Paradiso".
"Ho fatto stampare mille copie di questi volumie vorrei poterle vendere tutte perché il ricavato intero della vendita andrà in beneficenza per un bambino ucraino rimasto orfano e profugo in Irpinia", così l'autore Franco Genzale.

  774 Visite

Continuano a Montella gli eventi del Convivio al Monte

Arte, musica, cinema, paesaggio, turismo, territorio: il calendario di agosto con altri imperdibili appuntamenti - Al via una nuova settimana di eventi al Convivio al Monte edizione 2022, l’Hub Art voluto da Arciconfraternita del SS. Sacramento e Amministrazione comunale di Montella, palcoscenico di arte e cultura che si tiene nell’incantevole realtà architettonica e paesaggistica del Complesso Monumentale del Monte (Castello, Giardini, Convento), luogo iconico per storia e bellezza urbanistica.

Filo conduttore della manifestazione, la mostra "Ecce Mater" di Eliana Petrizzi e Gennaro Vallifuoco, a cura di Montorocontemporanea, aperta dal 22 luglio al 7 agosto negli ambienti cinquecenteschi del Convento di Santa Maria del Monte.

La prima settimana è stata ricca di eventi letterali, convegni e concerti, che si sono tenuti nella magnifica cornice del giardino storico angioino, accolti da un pubblico numeroso e coinvolto.

Il Convivio continua anche ad agosto con altri 2 imperdibili appuntamenti della ‘Notturna al Monte’ organizzata dal Forum dei Giovani di Montella:

  • lunedì 1° agosto ‘Una notte al giardino’, passeggiata sotto le stelle nel giardino storico del Complesso del Monte tra musica live ed un fresco aperitivo.
  • martedì 2 agosto ‘La settima arte al Monte - Cineforum sotto le stelle’, proiezione di film tra le suggestive mura del castello longobardo-normanno-angioino.

Infine domenica 7 agosto la chiusura con la presentazione del ‘Consorzio della Castagna di Montella IGP’, evento istituzionale curato dall’Amministrazione comunale con interventi, tra gli altri, del sindaco di Montella Rizieri Buonopane.

Continua a leggere
  726 Visite

Elena e Celestino De Marco AVVISO Per la vendita del frutto castagna/e annualità 2022/2023

AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA  "Elena e Celestino De Marco" Via Del Corso 83048 -Montella (AV)-tel/fax 0827/601720
                                                                      AVVISO
Per la vendita del frutto castagna/e annualità 2022/2023
In esecuzione della propria delibera n. 15 del 25 luglio 2022;
SI RENDE NOTO
Che questa A.P.S.P. intende procedere alla vendita, mediante trattativa privata, del frutto castagnale dei seguenti lotti:
1) - lotto COSTE SS. SALVATORE
2) - lotto COPONE
3) - lotto MAOTOLLA
4) - lotto SAUOTI
5) - lotto V ALLE DEGLI ANGELI
6) - lotto PORCINO
7) - lotto CACCA VO
8) - lotto ORTO DELL'ABATE, con essiccatoio
9) - lotto SORIO, con essiccatoio
10) - lotto VALLE FASOLE
Gli interessati dovranno presentare la propria offerta in busta chiusa entro le ore 12:00 dell'8 agosto 2022 presso la segreteria
dell' A.P.S.P.
Il plico dovrà contenere i seguenti documenti:
1. L'Offerta contenente il numero di lotto o dei lotti per i quali si intende partecipare, la denominazione del lotto o dei
lotti, l'indicazione dell'importo così in cifre come in lettere per ciascun lotto, e dovrà essere sottoscritta con firma
leggibile e per esteso.
2. Documento di riconoscimento valido dell'interessato.
Sulla busta contenente l'offerta, deve chiaramente risultare, oltre l'indicazione del mittente, la seguente dicitura "Offerta
relativa alla vendita del frutto castagnale annualità 2022/2023 lotto denominato "
• Trascorso il termine fissato, non sarà riconosciuta valida nessun'altra offerta anche se sostitutiva o aggiuntiva
all'offerta precedente;
• Non sono ammesse offerte condizionate o quelle espresse in modo indeterminato o con riferimento ad altro bando, non
sono altresì ammesse offerte a persona da nominare;
• In presenza di precedenti inadempienze contrattuali l'ammissione alla verifica dell'offerta sarà ad insindacabile
giudizio del CdA;
• In caso di discordanza fra il prezzo indicato in cifra e quello indicato in lettere è ritenuto valido quello più vantaggioso
per questa A.P.S.P.;
L'esame delle offerte pervenute verrà effettuata dal Consiglio di Amministrazione, a suo insindacabile giudizio.


Montella, 26 luglio 2022                                                             Il Presidente
                                                                                                  Olimpia De Simone

     SCARICA 

  1005 Visite

Studio legale cerca avvocato da inserire nel proprio team

STUDIO LEGALE ( CIVILE e LAVORO ) CERCA AVVOCATO DA INSERIRE NEL PROPRIO TEAM.- E' richiesta esperienza almeno di qualche anno, nonchè la capacità gestionale PCT. Contattare o inviare curriculum a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  618 Visite

Montella 27 luglio 2022 La CIA incontra gli agricoltori Irpini

Montella 27 luglio 2022 La CIA incontra gli agricoltori Irpini PSR settore agricolo Irpino

  749 Visite

Castagna di Montella Igp: la produzione è in ripresa di Marco Pederzoli

Castagna di Montella Igp: la produzione è in ripresa di Marco Pederzoli - Lorenzo Vestuto: “Dopo l’anno nero 2019, i quantitativi sono aumentati. Ma le previsioni per questa campagna si faranno in settembre”

Anche un’eccellenza come la Castagna di Montella Igp ha vissuto, negli ultimi anni, un periodo molto difficile. Il principale imputato è il cinipide, ancora presente in zona, sebbene in modo più contenuto. Così, anno dopo anno, la castanicoltura è in ripresa e, anche se è prematuro fare previsioni sul prossimo raccolto, sembra che la via imboccata sia quella giusta.

A confermarlo è Lorenzo Vestuto, che proprio a Montella (Avellino) produce e trasforma castagne sia per il cliente professionale sia per i privati, avendo aperto negli ultimi mesi anche il proprio shop on line per l’e-commerce.

“Tutto sommato – spiega Vestuto – la siccità nella nostra zona non ha creato al momento danno eccessivi per quanto riguarda le castagne. Sarà fondamentale il mese di settembre per vedere come e quanta sarà la produzione. Ora, occorre comunque effettuare una buona gestione del castagneto, adottando buone pratiche come quella di evitare di accendere fuochi per bruciare il materiale proveniente dalla pulitura dello stesso”.

Più nello specifico, per quanto riguarda i quantitativi che oggi si producono nell’areale di Montella, Vestuto osserva: “Per quanto riguarda la mia azienda, che conta castagneti in diverse zone, non siamo ancora ai livelli produttivi pre-cinipide, ovvero quelli di una decina di anni fa. Mediamente, soffriamo ancora un calo di circa il 30%. Nel 2019, poi, abbiamo vissuto una delle annate peggiori degli ultimi tempi, con una produzione che è arrivata a circa il 15% del normale, a causa del cinipide e delle condizioni climatiche. Nel 2020 abbiamo pagato ancora una volta i danni della vespa cinese e una forte escursione termica a fine settembre che ha bloccato la crescita dei ricci, mentre nel 2021 abbiamo finalmente registrato una discreta annata. Per il 2022 vedremo appunto a inizio autunno, quando saremo al centro dell’attenzione del mondo della castagna, visto che dal 12 al 14 settembre proprio a Montella si svolgerà il convegno internazionale EurocastaneaLorenzo Vestuto: “Dopo l’anno nero 2019, i quantitativi sono aumentati. Ma le previsioni per questa campagna si faranno in settembre

  744 Visite

‘Convivio al Monte Montella 22 luglio 2022

22 luglio 2022: al via la nuova edizione del ‘Convivio al Monte’: mostre, concerti e eventi artistico-culturali in una location da sogno

Le parole di Marino Nardiello a introdurre la nuova edizione di questa importante manifestazione, ricca di progetti espositivi, serate ed eventi artistico-culturali in uno dei posti più iconici e belli della nostra provincia

“Affascinato da immagini postate sapientemente sulle pagine social, nella calura estiva del luglio dell’anno scorso venivo attratto all’evento in quel di Montella.
La serata scelta era quella di presentazione di un libro di poesie di Arminio, e allora dotato di buona volontà e di navigatore raggiunsi quello che è il complesso monumentale del Monte.
L’avevo sempre visto da lontano, con l’occhio distratto del passante capace di registrarne la presenza, con aria di autosufficienza: vabbè dai è l’ennesimo convento abbandonato alle sue sorti dall’umana incomprensione.
Lasciata l’auto al fresco dei castagni mi incamminavo nella stradina di accesso, si intravedevano le prime tracce di storia, avvolte da una vegetazione protettiva
Nel piazzale d’ingresso si stagliava davanti ai miei occhi la presenza di una chiesa (a questo punto non era solo il convento). Dall’ingresso posto nella muratura a destra della chiesa entrammo nel recinto fortificato e ci avvicinammo ad uno spazio verde il cui sfondo era occupato da un palco, tutt’intorno tracce di memoria e a perdita d’occhio le vallate irpine con le sue montagne.
Arminio iniziava a deliziarci alternando aneddoti e poesie ed io restavo rapito da quelle mura, quelle pietre testimoniavano la presenza dell’uomo in quel posto da tempi remoti.
Quanta poesia c’era in quelle pietre sfiorate da un alito di vento in quella sera d’estate, quanta poesia c’era nel rimanere addossata una all’altra mentre tutto intorno cambiava, mutava sotto il peso degli anni e nuove figure raccontavano vita vissuta, si adoperavano nell’arte di tenere vivo in qualsiasi modo quel segno tangibile di storia che noi chiamiamo memoria.
Ecco la nostra missione stà tutta lì nel tramandare alle future generazioni ‘tracce di storia’.”
In queste righe c’è il senso della manifestazione e quanto, chi sale a Montella al Complesso del Monte, porta via con sé.
L’edizione 2022 del Convivio inizia venerdì 22 luglio alle ore 18:30 con l’inaugurazione della mostra "Ecce Mater" di Eliana Petrizzi e Gennaro Vallifuoco, a cura di Montorocontemporanea a cui farà seguito, nell’affascinante chiostro del convento settecentesco, l’Ensamble Jazz del Conservatorio "Domenico Cimarosa", concerto con i brani più iconici della storia del genere musicale tanto acclamato.
Sabato 23 con inizio alle ore 18:30 il convegno dal titolo ‘Il segno e il sogno’, iniziativa nata dalla collaborazione tra Comune, Arciconfraternita, Istituzioni e Associazioni del Territorio che, mettendo in sinergia Cultura, Storia e Territorio, vuole valorizzare al meglio la suggestiva realtà architettonica e paesaggistica dello storico Complesso Monumentale del Monte (Castello, Giardini, Monastero di Montella) e con esso porre il focus sull’immenso patrimonio storico ed artistico del nostro territorio. Il convegno vede i contributi dell’Ordine degli Architetti di Avellino, dell’Istituto Italiano Castelli, di WEEC Campania, di inlocomotivi e dell’Osservatorio Universitario sul Turismo dell’UniNA Federico II.
Domenica 24 dalle 20,30 nel giardino storico del Complesso concerto di musica napoletana eseguito dall’orchestra classica del Conservatorio ‘Nicola Sala’ di Benevento diretta dal Maestro Luigi Ottaiano.
Giovedì 28 e venerdì 29, sempre nel giardino del Complesso del Monte, saranno ospitate le presentazioni dei libri di Chiara Iandolo e Franco Genzale.
Sabato 30 un momento ludico con ‘I giochi del passato’ organizzato dall’ISS Rinaldo d’Aquino di Montella.
Domenica 31 sarà la volta del treno storico che, partendo da Avellino, lungo la storica tratta Avellino-Rocchetta, arriverà a Montella e da lì fin su al Complesso per una visita guidata della struttura.
Due importanti eventi istituzionali sono in programma per sabato 23 mattina e domenica 7 agosto nel pomeriggio: la firma del protocollo ‘2023: Anno del turismo di ritorno’ e la presentazione del ‘Consorzio della Castagna di Montella’. Il tabellone del Convivio si completerà con una serie di altri appuntamenti organizzati con il contributo del Forum dei Giovani di Montella.

  633 Visite

Laurea Mariateresa Cincotti

Auguri a Mariateresa Cincotti laureata in economia e Management Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano . Congratulazioni al padre Salvatore, alla madre Paola Carfagno, alle nonne Giuseppina Volpe e Mariateresa De Fundis, alle zie Maria,Sandra, Mariagrazia e Marilicia.

 

  1248 Visite

Comunicato Stampa Mostra Ecce Mater Montella

Col Patrocinio di: Comune di Montella (AV) - Arciconfraternita del SS. Sacramento  Organizzata da MONTOROCONTEMPORANEA  Rassegna d’Arte Contemporanea ECCE MATER: Eliana Petrizzi e Gennaro Vallifuoco a cura di Gerardo Fiore  Complesso monumentale del Monte, Montella (AV)
22.07.2022 > 07.08.2022  ECCE MATER è il titolo della mostra che inaugurerà venerdì 22 luglio 2022 alle ore 18,30, negli splendidi spazi espositivi del Complesso Monumentale del Monte a Montella (AV), evento che rientra nel programma di CONVIVIO AL MONTE.
La proposta di Montoro/Contemporanea, a cura di Gerardo Fiore, presenta una scrittura espositiva che, partendo da due ricerche differenti, tesse un dialogo fra la pittura di Eliana Petrizzi e la variegata ricerca artistica di Gennaro Vallifuoco, sul tema ancestrale della MADRE.
Scrive Giovanna Silvestri (Coordinatore tecnico scientifico - Museo Irpino e Biblioteca Provinciale di Avellino) nel testo che introduce la mostra: "(…) La mostra nasce dall’idea di voler omaggiare attraverso l’arte la forza della femminilità generatrice, la Mater appunto, che supera tutte le barriere spazio - temporali, trascendendo il flusso della storia, per realizzarsi come mito immutabile all’interno degli ambienti monastici di uno dei fiori all’occhiello del patrimonio architettonico medievale in Irpinia, quale il Monastero francescano presso il Complesso monumentale del Monte, luogo dove la natura e l’opera dell’uomo sembrano uniti in un serrato rapporto simbiotico. Il monastero segue l’andamento del monte e si adatta perfettamente al resto del paesaggio ed al verde dei boschi che pervadono il luogo.
Eliana Petrizzi è un’artista e una donna che mostra con evidenza i segni di un’energia che la pervade. Un’energia che le permette di guardare, ascoltare, conservare, registrare il mondo - interiore ed esteriore - per poi tradurlo nei suoi quadri e nelle sue creazioni. È quell’energia
primordiale tipica di una “Mater”, visibile nei soggetti femminili dei suoi quadri, che rappresentano la primigenia femminilità generatrice attraverso l’utilizzo di colori, luci e ombre di chiara memoria rinascimentale. Gennaro Vallifuoco, dal canto suo, in linea con il significato universale della Mater Matuta, divinità ancestrale, generatrice di tutte le cose, nelle sue opere traduce in termini pittorici e scultorei il potere positivo della rigenerazione della vita e del passaggio, nelle stagioni umane, dalle tenebre alla luce".
Alla serata inaugurale interverranno: Rizieri BUONOPANE, Sindaco di Montella; Michele
SANTORO, Presidente Arciconfraternita del SS. Sacramento; Gerardo FIORE, direttore artistico di MONTOROCONTEMPORANEA; Giovanna SILVESTRI, Coordinatore tecnico scientifico - Museo Irpino e Biblioteca Provinciale di Avellino; gli artisti Eliana PETRIZZZI e Gennaro VALLIFUOCO.
Mostra realizzata in collaborazione con l’Associazione culturale ‘Contemporaneamente’ di Montoro (AV) Giorni e orari visite: lunedì - venerdì: dalle 10,00 alle 12,30; sabato e domenica: dalle 10,00 alle 12,30, e dalle 18,00 alle 20,30

  624 Visite

Un “12” al Totocalcio! dal Libro dei ricordi di Mario Buttiglio

Nell’ammirare questa foto, un ricordo, prepotentemente, è affiorato alla mia mente! Siamo alla fine degli anni ’60 (questa volta non potrò essere preciso, ma forse è anche opportuno non esserlo più di tanto!) ed ero Titolare della Rappresentanza del Banco di Napoli in Montella. Era un lunedì e ricordo che era una bella giornata! Fra i tanti clienti, che, quotidianamente, effettuavano operazioni bancarie per le loro varie attività, si presentò il personaggio di questo mio ricordo! Era una persona di tutto riguardo, un bravo uomo, che, tranquillamente, attese il suo turno, anzi, dette la precedenza anche all’ultimo arrivato. Appena fummo soli, mi chiese di poter accedere nel retro per parlarmi in privato! Dopo un breve preambolo, mentre mi confidava il suo segreto, estrasse dal portafogli una “matrice di schedina di Totocalcio giocata”! Era vincente! Aveva un “12”! Mi spiegò che, un minuto prima della fine dell’ultima partita, era un bel “13”!
Un “13” favoloso!

A quei tempi, non si avevano, nell’immediato, molte notizie relative alle vincite! Ora, continuiamo il racconto! Il cliente, chiaramente, dovendo incassarne la vincita, pensò bene di servirsi della Banca anche per rimanere nell’anonimato! Più volte, infatti, si appellò a questo importante particolare: “Il segreto bancario”, che avrebbe protetto il suo anonimato! In quel momento condivisi la sua gioia, perché era proprio una gran bella persona, meritevole di tutto! In paese c’era una sola Ricevitoria gestita dal carissimo e indimenticabile Totore (Sì! In paese bastava dire: “Totore” per indicare la Ricevitoria o il Bazar con vari prodotti, ma, in particolare, quelli elettrici).
Ora, però, viene il bello!
Perché questa mia precisazione? Leggete quanto vado a scrivere circa il mio operato da Bancario! Per poter accettare quella matrice per poi presentarla all’incasso, era necessario che io ne conoscessi la relativa somma vincente per poter consegnare al Cliente la ricevuta, attestante l’operazione. Dovendo chiudere, momentaneamente, il locale della Banca, pregai il Cliente di ripassare più tardi, anche per cautelare il suo anonimato. Fui costretto, quindi, a recarmi presso la Ricevitoria, sita sulla Piazza Bartoli, a pochi passi dalla Rappresentanza. Totore, ne aveva già avuto notizia a mezzo telegramma, ma non ne aveva la più pallida idea di chi fosse il possessore! Dinanzi al suo negozio c’era, infatti, un cartello con la scritta della vincita del “12” pari a 70 milioni di lire! Entrando, lo salutai cordialmente e gli chiesi di mostrarmi il documento relativo alla vincita, in quanto, in Banca, un Signore aveva presentato per l’incasso “la matrice vincente” e, per potergli consegnare la relativa ricevuta, avevo bisogno di sapere l’esatto importo della vincita. All’istante incominciò a farmi gli auguri ad alta voce, complimentandosi con me! Più volte gli spiegai che non ero io il vincitore, ma inutilmente! Sul marciapiede, antistante, c’erano diverse persone, che nel sentire tutte quelle espressioni augurali, si avvicinarono e la notizia di una mia eventuale vincita si diffuse in un attimo in lungo e in largo! Nell’immediato, spiegai subito che non ero io il possessore, ma un Cliente della Banca e che ero legato al “Segreto Bancario”! Fu tutto inutile, perché nessuno ha mai creduto alla mia dichiarazione! Fu una mattinata di auguri e di inutili chiarimenti da parte mia! Quando la sera, a fine negoziato, ho incontrato i miei amici, pensavo di poter passeggiare tranquillamente e, invece…! Fui costretto a rincasare molto prima del solito! La cosa, purtroppo, è andata avanti per giorni e giorni, anzi per mesi e mesi! Poi nel ’72 mi trasferii in Avellino con i miei e credo che solo così la cosa cadde nell’oblio!

  843 Visite

Inaugurazione Cardiologia P.O. Criscuoli- Frieri , il commento di Ferruccio Capone

Con sommo piacere apprendo la bella notizia dell’apertura del reparto di Cardiologia al Criscuoli di Sant’Angelo Dei Lombardi . Dopo 5/6 anni di battaglie fatte insieme agli ex Sindaci della città Dell’Alta Irpinia , e con la tenacia del compianto Direttore del Criscuoli Angelo Frieri, e la Direttrice ASL di Avellino Morgante .

Con L’assemblea dei Sindaci già nella programmazione , nelle quattro priorità, al primo posto inserimmo la sanità con al centro la difesa e valorizzazione del Criscuoli, considerando strategico il potenziamento ed il ruolo dell’ospedale Criscuoli , anche per le notevoli professionalità del personale . Convincemmo la resistenza del Governatore De Luca e già nel piano Sanitario del 2017 fu inserito la cardiologia con 6 posti letto , ortopedia ecc . Bene dopo ben 5 anni si fa giustizia con l’apertura di Cardiologia , ma non bisogna cullarsi del felice evento se , non ci si preoccupa , così come già sta mettendo in risalto l’ottimo direttore GENZALE , di preoccuparci di trattenere i Cardiologi che verranno a Sant’Angelo. Tutti sappiamo della carenza strutturale di medici in particolare in Campania .

Bene farebbe la politica ed in particolare la regione ad esempio fare convenzione con la Federico || per “”obbligare “ per periodi 5/6 anni i giovani medici di tirocinio ed esperienza al fianco di esperti Cardiologi, è solo dopo permettere di partecipare a concorsi per grandi ospedali al centro Nord. Questa preoccupazione oggi è una cruda realtà , nelle aree interne c’è fuga anche quando si offre un posto in ospedale . Intanto va dato merito a chi si è battuto per questa apertura a Sant’Angelo primo tra tutti il compianto Angelo Frieri , ed anche la nostra Direttrice ASL Maria Morgante potrà congedarsi dall’ASL di Avellino con questa bella cerimonia . Il resto lo dovrà fare la politica locale in Regione . Spero di non aver disturbato qualcuno,,,,.

Ferruccio Capone

 

  1009 Visite

16 luglio, la Chiesa festeggia la Vergine Maria con il Titolo di “Nostra Signora del Monte Carmelo”. dal libro dei ricordi di Mario Buttiglio

16 luglio, la Chiesa festeggia la Vergine Maria con il Titolo di “Nostra Signora del Monte Carmelo”. dal libro dei ricordi di Mario Buttiglio - Nella tradizione cattolica e carmelitana, in particolare, la Signora del Monte Carmelo rappresenta il "fiore più bello del giardino di Dio".

La Vergine purissima, che possiede la bellezza di tutte le virtù, il perfetto modello di ogni vita contemplativa e, in particolare, la premurosa madre, sorella e patrona dei religiosi carmelitani e di tutti i fedeli che si impegnano a "salire il Monte del Signore per stare nel suo luogo santo" sotto il segno dello Scapolare, ha legato speciali promesse di salvezza eterna. Legati a questa ricorrenza ho dei ricordi cari, perché mi riportano ai miei anni di fanciullo quando mia madre, con le mie sorelle e con amici di famiglia, mi conduceva alla Chiesa del Carmine per partecipare alla Novena in preparazione della Solennità del 16 luglio.

In quegli anni, ogni ricorrenza era vissuta con uno stato d’animo sereno e, nel contempo, in maniera genuina, religiosamente parlando! Oggi, presi dal frenetico corso della vita, quasi le stesse ricorrenze sembrano susseguirsi quasi indifferentemente! Quanta nostalgia! Ricordo che, lasciando il centro del paese, percorrevamo una strada secondaria, tutta sassosa, ma più breve. La Chiesetta, era, originariamente, una cappella gentilizia di una nobile famiglia. Sita in luogo più alto, si presentava ai nostri occhi con un piccolo sagrato, recintato da una ringhiera con un cancelletto e sul lato sinistro un Tiglio,(Teglia nel dialetto locale) ai cui piedi un basso muretto invitava i più anziani a un breve riposo. Ricordo che dalla chioma dell’albero cadevano delle foglie ingiallite, che, volando, giravano su se stesse come eliche. Era veramente bello vederle scendere dolcemente al suolo! Sul frontale della chiesa, in alto, un’edicola in ceramica con l’immagine della Vergine del Carmelo. All’interno, nell’unica navata, le sedie per i fedeli e sui laterali, a ridosso delle pareti, gli stalli lignei riservati ai Confratelli. Il soffitto in legno con cassettoni e difronte nell’abside un antico altare e, in alto sulla parete, un baldacchino di legno dorato con l’antica statua della Madonna del Carmine. Secondo le tesi di alcuni studiosi, la statua apparteneva ai pastori, che conducevano al pascolo i propri bovini sul Pianoro di Verteglia a 1300 m (Monti Picentini-Catena degli Appennini Meridionali) ed era collocata nella chiesetta, sita presso il laghetto, oggi denominato “Acqua della Madonna “.

Gli stessi pastori, poi, l’avrebbero trasportata in paese, quando la chiesetta era andata in rovina a seguito dei rigori invernali e collocata nella prima chiesa incontrata lungo il percorso verso il paese. Ricordo che ogni sera c’era una numerosa presenza di fedeli. In prossimità della chiesa c’era il venditore con il tavolo pieno di fette di angurie e il pentolone con fave, spighe di grano o lupini. Poco distante una donna anziana vendeva le castagne infornate, le “ 'ndrite” (nocciole tostate nel forno e infilate dentro ad un filo per formare una collana) noci e “ ’o cupeto “ (il torrone).

Questi prodotti tipici sono ancora oggi presenti sulle bancarelle, che, però, offrono molte altre varietà delle industrie dolciarie. Era quasi d’obbligo ritornare a casa con “la festa” (è un cartoccio contenente alcuni di questi prodotti). La mattina della festa, verso le 6,00 già si sentivano i botti pirotecnici e le celebrazioni delle Messe si sarebbero succedute ogni ora fino a mezzogiorno. Poi, nel tardo pomeriggio, al termine della S. Messa Vespertina, la Statua della Madonna veniva condotta per tutto il Rione con la partecipazione delle Rappresentanze delle varie Confraternite. Al rientro della Processione seguiva la S. Benedizione Eucaristica e immancabilmente, i fuochi pirotecnici.

Continua a leggere
  779 Visite