booked.net

Vaccino si, vaccini no o vaccino ni ? di Peppino Volpe

2021 01 05 F Vaccino si no Il vaccino è un preparato che può essere costituito dal microorganismo dal quale ci si vuole proteggere (attenuato o ucciso) o da sue frazione proteiche o tossine opportunamente trattate, in grado di stimolare la risposta immunitaria ma non di provocarne la malattia. Contro il Coronavirus sono stati realizzati anche i vaccini a RNA , cioè piccoli segmenti di RNA messaggero che una volta che penetrano nelle nostre cellule (nel citoplasma), inducono la formazione della proteina spike che è sufficiente a stimolare la produzione di anticorpi.

L'mRNA del vaccino non entra nel nucleo delle cellule e quindi non puo' modificare il genoma e si degrada subito dopo la vaccinazione.Il pioniere dei vaccini fu Jenner il quale notò che iniettando nell'uomo l'innocuo vaiolo delle mucche (per questo vaccino) non provocava malattia nelle persone ma,anzi, le proteggeva dal temibilissimo vaiolo umano. Successivamente vari ricercatori sono passati alla storia per aver scoperto vaccini contro numerose malattie che flagellavano l'umanità.

Si può dire senza ombra di dubbio che la vaccinazione è tra le scoperte mediche che nella storia dell'umanità ha salvato più vite. Pensiamo al vaiolo, una malattia che nel corso del ventesimo secolo ha ucciso tra i 300 e i 500 milioni di persone, per poi sparire, grazie a una campagna di vaccinazione e l' OMS ha dichiarato ufficialmente eradicata questa malattia nel 1980. Ogni anno, le vaccinazioni prevengono circa 2,5 milioni di morti infantili da difterite tetano pertosse e morbillo. I vaccini oltre ad essere efficaci sono anche sicuri ,infatti causano una reazione avversa grave in meno di un caso su 1 milione di dosi somministrate. Per lo più si tratta di una grave reazione allergica che di solito rientra dopo poche ore senza conseguenze mortali. Gli effetti collaterali sono lievi e temporanei(dolore nel punto di inoculo,reazione infiammatoria locale,febbricola).

Non sono documentati decessi legati direttamente alla somministrazione di vaccini. Solo il morbillo, tanto per fare un esempio, causa un decesso ogni 2500 casi .Nella prima metà del '900 la mortalità infantile si aggirava intorno al 20- 30% mentre oggi, grazie soprattutto ai vaccini,si trova poco sopra il 3 per mille.
Eppure questi dati non riescono a rassicurare una parte della società che continua a nutrire dubbi e timori nei confronti della vaccinazione. Paradossalmente è proprio nei paesi occidentali, dove i vaccini hanno ottenuto i risultati più importanti, che emergono le maggiori resistenze, specie nella parte istruita e benestante della popolazione.
I movimenti anti-vaccinisti rappresentano una sparuta minoranza, ma hanno una grossa cassa di amplificazione grazie ad internet e ai social media. Gli argomenti portati a discredito delle vaccinazioni sono spesso completamente infondati ,infatti, tutti gli studi più recenti effettuati da esperti in tutto il mondo, compresa l'OMS,sono concordi sul fatto che non esiste alcuna associazione,al di là della rara casualità,tra l'utilizzo dei vaccini e l'insorgere di patologie come l'autismo o la sclerosi multipla. La possibile associazione tra autismo e vaccino trivalente ,era stata ipotizzata e pubblicata su un'importante rivista scientifica (LANCET) da un autore inglese (Wakefield) nel 1988. Il suo lavoro,però, si dimostrò una vera e propria frode scientifica al punto che l'autore venne radiato dall'ordine dei medici e la sua pubblicazione ritirata dalla prestigiosa rivista.
I NoVax hanno spesso puntato il dito sulla pericolosità del thimerosal composto contenente mercurio come conservante dei vaccini. La comunità scientifica ha escluso categoricamente questa evenienza, ma siccome si stava creando confusione e paura nell'opinione pubblica questa sostanza non è stata più usata dai primi anni del 2000.
Viene messo in discussione anche il numero di vaccini che vengono somministrati in un infante che ha ancora una immaturità del sistema immunitario. Ma anche questa tesi è stata smontata dagli immunologi , i quali sostengono che i neonati non vivono in una camera sterile o in una campana di vetro ma già alla nascita vengono a contatto con tantissimi germi che normalmente ci circondano.
E' stato anche ipotizzato che i vaccini possono essere la causa scatenante di allergie, ma anche questa tesi non è stata mai dimostrata. Per avere credibilità nelle branche mediche ci vogliono le prove(pubblicazioni su rivistescientifiche internazionali), in pratica, almeno che non vogliamo credere alle madonnine  che piangono o alle teorie strampalate di qualche cialtrone complottista che parla di modifiche al genoma , i vaccini non hanno mai ammazzato nessuno, anzi hanno salvato milioni di persone dalla morte o dalla disabilità. Bisogna seguire la ragione e non l'istinto ,lo diceva anche Dante 700 anni fa nel XXVI° canto dell'Inferno: “ Considerate la vostra semenza: fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza “( considerate la vostra natura: non siete fatti per vivere come bestie ma per seguire la virtu' e la conoscenza).
E' brutto parlare di soldi quando c'è gente che muore ma questa pandemia da covid 19 ha destabilizzato la vita di tutti noi e minato i sistemi economici di tutti gli stati industrializzati. Anche il sistema previdenziale è a rischio tenuta, dovendo pagare la cassa integrazione a tutti i lavoratori restati a casa per il lockdown e la malattia ai lavoratori in quarantena o ammalati. Sono i numeri che parlano da soli,in Italia ci sono stati 76000 morti con un bollettino da aggiornare quotidianamente e, per questo, non ci può essere spazio per i negazionisti.
Contro il covid manca ancora una terapia valida. Il plasma iperimmune, l'idrossiclorochina ed il remdesivir secondo i più recenti studi si sono dimostrati inefficaci. Per cui, in attesa degli anticorpi monoclonali o di qualche altro farmaco efficace l'unica arma che potrebbe farci tornare ad una vita normale è il vaccino.
Personalmente sono contrario all'obbligo giuridico della vaccinazione perchè viviamo in un altro ventennio e non sono accettabili i metodi persuasivi cinesi però, credo che dovrebbe esserci un obbligo morale perchè vaccinarsi significa non solo proteggere se stessi ma anche l'intera collettività.
Un individuo che non si vuole vaccinare deve essere libero di farlo, ma deve anche  assumersi le proprie responsabilità nei confronti della collettività che non è giusto che  continui a pagare i costosissimi ricoveri nelle terapie intensive (un paziente in ventilazione  meccanica ha un costo che varia dai 9 ai 22 mila euro)o le giornate di assenza dal lavoro solo perché si vuole negare l'evidenza. Un individuo che ha scelto di non vaccinarsi deve ,secondo me,anche continuare ad indossare la mascherina , mantenere la giusta distanza  fisica ed evitare assembramenti in luoghi chiusi (cinema, teatri, aerei ecc.ecc) .
Non tento neanche a cercare di convincere i no vax,dei quali però apprezzo la coerenza anche se come diceva Albert Einstein: «la misura dell'intelligenza è data dalla capacità di cambiare quando è necessario» , ma i ni vax ( gli indecisi )non possono tentennare per molto tempo.

Capisco che si vuole aspettare per capire se il nuovo vaccino possa dare gravi effetti collaterali, ma i virus di solito non fanno sconti a nessuno e non si prendono pause di riflessioni come due fidanzatini alla prima litigata. L'imprevedibilità o la pura e semplice sfortuna non sono stati aboliti per decreto e come diceva Eduardo De Filippo: “credere alla  iella è da ignoranti ma non crederci porta male”.
Nel 1982 Nando Martellini chiuse la telecronaca della storica partita vinta dall'Italia contro la Germania gridando per 3 volte : “SIAMO CAMPIONI DEL MONDO” ed anch'io, con molta modestia ma con la stessa enfasi vi dico :”VACCINATEVI-VACCINATEVIVACCINATEVI”. 

                             
                                                                                                         Peppino Volpe

Claudio Sica ....Buon 93° compleanno
Un omaggio in versi al nostro paese di Maria Carfa...
 

Commenti 1

salvatore lenin il Mercoledì, 06 Gennaio 2021 07:16

Non avevo appeso la calza per ricevere la Befana per paura del carbone per le eventuali offese fatte involontariamente agli amici e non, ma ha provveduto Montella eu. ad appenderla per inserirci la bellissima disamine sui vaccini del dottor Volpe, che mi auguro arrivi e la leggano con attenzione tutti. Grazie.

Non avevo appeso la calza per ricevere la Befana per paura del carbone per le eventuali offese fatte involontariamente agli amici e non, ma ha provveduto Montella eu. ad appenderla per inserirci la bellissima disamine sui vaccini del dottor Volpe, che mi auguro arrivi e la leggano con attenzione tutti. Grazie.
Già registrato? Login qui
Ospite
Giovedì, 02 Dicembre 2021
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.montella.eu/