28 09 2019 assisi 02 orizzAnche questa XVa edizione della Marcia della Pace Assisi-Montella è giunta al termine. La prima è stata sicuramente quella più densa di emozioni, soprattutto perché non c’era in noi la certezza di portarla a termine. Quest’ultima sicuramente la più grande per tanti motivi.  Per il supporto di Montella.eu nelle persone di Vittorio e Riccardo grazie ai quali siamo riusciti ad entrare nella case di tante persone che hanno vissuto con noi questa emozione. Giorno e notte non sono mai mancati i saluti e le testimonianze di affetto e condivisione, con centinai di contatti, e questo supporto ci ha fatto superare con maggiore slancio la stanchezza ed i passaggi più difficili; Per la partecipazione giovanile importante che ha dato nuova prospettiva alla Marcia della Pace. Tanti giovani si sono avvicinati con lo spirito

giusto a questa manifestazione a cominciare da Pasquale con il quale ho condiviso il turno di notte che ha portato in dote tanta freschezza ed emozioni nuove oltre ad una ottima quantità di chilometri corsi che soprattutto per noi più “anziani” è sempre ben accetta!; a seguire Stefano che solo alla sua terza edizione è già un “veterano” ed una sicurezza per il futuro, continuando con Maria Chiara, Maria, Gaetano, Mario, Giampaolo, Salvatore, che con l’entusiasmo della loro età hanno contribuito a portare il messaggio da Montesarchio a Montella e che spero di rivedere il prossimo anno ad Assisi per essere ancora più protagonisti di questo evento.
Per essere riusciti a coinvolgere quest’anno anche altre realtà al di fuori dei confini di Montella, Max ed Ale con i loro gruppi ci hanno permesso di rendere partecipi di questo evento altre comunità ed in particolare il Comune di Chiusano San Domenico dove la nostra fiaccola è transitata ed è stata accolta da tanti bambini festanti.
Per l’arrivo nella nostra Comunità: “emozione pura”. Ad accoglierci tanti bambini, il nostro futuro, la nostra speranza, ai quali speriamo di aver consegnato il testimone di un messaggio importante, quello della Pace che è un messaggio di Amore.
Ogni anno sono sempre più le persone e le associazioni da ringraziare, e questo testimonia la crescente attenzione verso questa manifestazione, e spero di essere perdonato per qualche dimenticanza.
Alla famiglia Carbone che ci ha dato la disponibilità del piazzale della propria azienda, così da poterci riunire al nostro arrivo a Montella senza pericolo;
Alle associazioni sportive della Scandone Montella e della Pallavolo Nettuno che hanno fatto da cornice al nostro arrivo al Convento di San Francesco;
Ai tanti bambini, la pennellata di colore più bella, organizzati da Orsola.
A Gabriele, in qualità di sponsor del Gruppo Podistico, ad Agostino e Tony per aver contribuito a sostenere le spese della manifestazione.
Un grazie particola a Flavio, in qualità di governatore della Misericordia di Montella, che con sapienza e partecipazione ha coordinato la nostra assistenza affidata nelle mani amorevoli di Dante, Gianluca e Michele, che ci hanno protetto ed assistito lungo tutto il percorso.
Un pensiero personale va a Padre Paolo, al quale hanno ceduto il testimone prima Padre Agnello e poi padre Cirillo. Tanti anni fa, ormai 40, Padre Paolo per tanti della mia generazione non era soltanto un professore ma un punto di riferimento e di esempio. Averlo avuto con noi ad Assisi, accendere con lui la fiaccola al cospetto delle spoglie di San Francesco, aver avuto l’onore di aprire la Marcia con il suo in bocca al lupo, con la sua benedizione e con la sua raccomandazione di portare la fiaccola a Montella è una di quelle emozioni che porterò sempre con me…..
Quando 15 anni fa nasceva questa idea avevamo un sogno, che negli ultimi anni pensavamo non si potesse realizzare, cioè che questo messaggio potesse avere un futuro oltre il Gruppo Podistico Montellese. Oggi con la condivisione e con la partecipazione che abbiamo riscontrato, con la volontà di tutti di pensare già alla prossima edizione e di renderla ancora più grande e partecipata, possiamo dire con orgoglio e gioia che il nostro sogno si sta realizzando……Oggi possiamo avere la certezza che la Marcia della Pace non ha più soltanto una paternità, ma che è patrimonio di tutti coloro che la hanno partecipata, correndo, accogliendoci all’arrivo, sostenendola e supportandola, seguendoci sui social, ed anche soltanto standoci vicino con un pensiero di amore. Grazie a tutti voi oggi la marcia della pace è una grande famiglia ed il nostro sogno è diventato una bella storia ancora da raccontare.
Arrivederci alla prossima edizione.
Salvatore Cianciuli

Commenti offerti da CComment

Registrati per ricevere news e le curiosità più importanti scelte dalla redazione