Buonopane: quella rotonda non è sicura ........Pubblicato dal Quotidiano del sud

2020 02 12 BuonopaneMONTELLA – «C’è bisogno anche di replicare?» esordisce così il sindaco Buonopane riferendosi alla pungente lettera del gruppo Montellalibera sul tema della demolizione della rotonda all’inizio del paese. Opera, ricordiamo, terminata proprio due anni fa dalla vecchia amministrazione.  Per il Sindaco in carica la rimozione della rotonda non si tratterebbe affatto di un capriccio «mi piacciono le rotonde» afferma ironico «ma devono avere un senso, e quella in questione non solo rende poco accogliente l’ingresso del paese ma non risponde nemmeno alle esigenze per cui è stata costruita: interrompe la viabilità e genera difficoltà ai mezzi pesanti».
Nel progetto sulla sicurezza stradale, dunque, la rotonda, posta tra l’altro su terreno in pendenza, si manifesta come priorità.
«Eliminare la rotatoria fa parte di un progetto di sicurezza stradale più ampio che interessa la viabilità del centro abitato, che prevede: il ripristino della segnaletica orizzontale e di quella verticale, assente o fuorviante; il completamento dell’illuminazione pubblica; l’istallazione di dissuasori e di limitatori di velocità; e, infine, l’abbellimento dell’ingresso del paese con aiuole, rivestimenti, illuminazioni e tabellone informativo. E tutto ciò con il minimo spreco di risorse e materiali: è nostra intenzione recuperare ogni elemento da quella rotonda (i lampioni per esempio) per poterlo riutilizzare».
In programma ci sono anche altri lavori di manutenzione sia ordinaria per la sicurezza di automobilisti e pedoni, sia straordinaria nei centri storici, per la sede stradale e per i marciapiedi, ma quest’ultimi fanno parte di un progetto differente che attende altro tipo di finanziamenti.
«L’amministrazione Buonopane non si muove né per danneggiare né per demolire» continua il Sindaco «testimone del nostro operato è il vasto deliberato, ma non solo, anche la tempestiva e risolutiva gestione dei problemi sul territorio ne danno esempio, a partire dall’edilizia scolastica: al di là della tempestiva gestione del problema non è da sottovalutare la nostra enorme assunzione di responsabilità. Prima risolviamo i problemi e poi operiamo, rendendo pubblico il nostro operato e la cittadinanza partecipe di esso».

Roberta Bruno

Quiotidiano del Sud

Crotone ,75° Anniversario della morte del Servo di...
Riceviamo e pubblichiamo - CORSI E RICORSI STORICI...
 

Comments 1

Agostino De Stefano on Mercoledì, 12 Febbraio 2020 09:46

Rotatorie ridicole, inappropriate, pericolose. Nelle città hanno semplicemente innalzato il manto stradale mica muri in cemento armato. Condivido al 100% l'intenzione di adeguarle alla realtà di Montella e circa lo spreco di risorse direi che è arrivato il momento di imparare dagli errori fatti in passato.

Rotatorie ridicole, inappropriate, pericolose. Nelle città hanno semplicemente innalzato il manto stradale mica muri in cemento armato. Condivido al 100% l'intenzione di adeguarle alla realtà di Montella e circa lo spreco di risorse direi che è arrivato il momento di imparare dagli errori fatti in passato.
Already Registered? Login Here
Guest
Lunedì, 30 Marzo 2020
If you'd like to register, please fill in the username, password and name fields.