Redazione Montella.eu

10 febbraio: giorni del ricordo

IL COMUNE DI MONTELLA INTENDE RICORDARE LE VITTIME DELLE FOIBE, L'ESODO DALLE LORO TERRE DEGLI ISTRIANI, FIUMANI E DALMATI DEL SECONDO DOPO GUERRA   ONORARE LA MEMORIA DELLE MIGLIAIA DI ITALIANI CHE RIMASERO VITTIME DI UNA VIOLENZA CIECA E BRUTALE. MM IL RICORDO DELLA TRAGEDIA DELLE FOIBE SIA MONITO PERENNE PER TUTTI COLORO CHE CREDONO IN UNA SOCIETA' LIBERA E GIUSTA , NELLA QUALE NON C'E' POSTO PER L'ESTREMISMO NAZIONALISTA, L'ODIO RAZIALE E LA PULIZIA ETNICA.

  348 Visite
  0 Commenti
Redazione Montella.eu

Trieste ricorda l’irpino Giovanni Palatucci: salvò la vita a più di 5mila ebrei da Irpinianews

Alla presenza del Prefetto, Valerio Valenti, del direttore del carcere Ottavio Casarano, della dottoressa Delfina Di Stefano in rappresentanza del Questore Giuseppe Petronzi, del presidente del Consiglio comunale Francesco Panteca e di altre autorità amministrative, militari e civili, questa mattina, all’interno della locale Casa circondariale, è stata deposta una corona alla lapide che ricorda la prigionia nella struttura triestina di Giovanni Palatucci, ultimo Questore italiano di Fiume, “Giusto tra le Nazioni”, “Servo di Dio” e “Medaglia d’oro al Merito Civile”.

Il Cappellano del carcere, Padre Silvio Alaimo, ha benedetto la lapide e la corona ricordando la figura di Palatucci. Nato a Montella nel 1909, Palatucci frequentò il 14/o corso per vice commissario di Pubblica Sicurezza e fu assegnato alla Questura di Genova. A partire dalla promulgazione delle Leggi razziali del 1938, in servizio presso l’Ufficio Stranieri della Questura di Fiume, ricorda una nota, divenne il protettore in particolare degli ebrei, con la cui comunita’ fiumana intratteneva cordiali rapporti di stima e di amicizia.

Palatucci salvò la vita a più di 5 mila ebrei, avviandoli a un campo di raccolta in provincia di Salerno dove era Vescovo uno zio, che li prese sotto la propria protezione. Dopo l’8 settembre 1943 Palatucci rimase da solo a reggere la Questura di Fiume e un anno dopo fu arrestato dalla Gestapo e condannato a morte, ma la pena gli fu commutata nel carcere a vita. Dopo avere trascorso due giorni nella struttura di Trieste, fu tradotto nel campo di sterminio di Dachau dove mori il 10 febbraio 1945, all’età di 36 anni.

  456 Visite
  0 Commenti
Redazione Montella.eu

Montella, VIDEO posa pietra d’inciampo in ricordo di Gaetano Iannella

Nel giorno della memoria i ragazzi dell’Itis di Bagnoli Irpino hanno ricordato il giovane di Montella che è scappato agli orrori di Auschwitz    Il 27 gennaio alle ore 9:30 presso l’auditorium dell’Istituto Superiore “Rinaldo D’Aquino” di Montella hanno ricordato la figura di Gaetano Iannella: un eroe che ha vissuto l’inferno del campo di concentramento 10B di Auschwitz dal 1943 al 1945.


Iannella sarà ricordato dagli alunni dell’Itis di Bagnoli Irpino che, coadiuvati dal professore di storia e vicepreside Raffaele Ficetola, hanno ricostruito la storia di questo eroe montellese, insignito della medaglia d’onore al valor militare conferita dal Presidente della Repubblica, venuto a mancare nel 2016 all’età di 96 anni.
Sarà poi posata una pietra di inciampo per ricordare Gerardo Iannella in Via Sorbo 19, l’ultima sua abitazione per rendere ancora di più omaggio ad un eroe “silenzioso” e non troppo famoso nel ricordo della Shoah.
“Anche quest’anno l’Itis di Bagnoli Irpino, ha scelto di occuparsi della Giornata della Memoria e quest’anno con un evento importante: la posa di un sanpietrino della memoria per un eroe silenzioso, quale è stato Gaetano Iannella: giovane montellese che è scampato agli orrori dei campi di sterminio di Auschwitz”.
Queste le parole del vicepreside dell’Itis di Bagnoli Irpino Raffaele Ficetola che ogni anno cercano di rendere omaggio alle vittime della Shoah, con eventi e convegni tematici, ma senza tralasciare l’importanza del ricordo.
Soprattutto di figure irpine che hanno vissuto i terribili momenti dei campi di concentramento e delle deportazioni. Infatti, Iannella a venti anni fu arrestato in Albania in conseguenza dell’8 settembre e venne deportato ad Auschwitz. Non capiva cosa stava accadendo, si ritrovò a combattere quando fino al giorno prima aveva vissuto in un contesto agricolo. Ma riuscì a fuggire dal campo di concentramento.
Il programma
Ore 9:15 i saluti della dirigente scolastica dell’Istituto Superiore “Rinaldo D’Aquino” Emilia Strollo
Ore 9:30 il ricordo di Gerardo Iannella ad opera degli alunni dell’Itis di Bagnoli Irpino
Ore 10:00 posa della pietra d’inciampo in memoria di Gerardo Iannella e delle vittime della Shoah in Via Sorbo 19 a Montella.
Per info: facebook Itis Bagnoli Irpino

  974 Visite
  0 Commenti
Redazione Montella.eu

Il restauro della Chiesa del SS Salvatore

Entra e vedi il filmato degli Interni della Chiesa del SS. Salvatore e modalità del restauro

  666 Visite
  0 Commenti
Redazione Montella.eu

Diretta streaming da Nusco " La Notte dei Falò " DOMENICA 20

Nuovo appuntamento con la Notte dei Falò a Nusco: in programma l’accensione del tradizionale falò, artisti di strada e degustazioni!   Si rinnova da venerdì 17 a domenica 19 Gennaio 2020 un nuovo appuntamento con la Notte dei Falò a Nusco, un piccolo borgo della provincia di Avellino.   L’evento si svolgerà in occasione della festa del patrono di Nusco ovvero di Sant’Antonio Abate, festività che ricade proprio il 17 Gennaio, in onore del quale verranno accesi decine e decine di falò in tutta la Campania.   Una manifestazione antica quella legata alla figura di Sant’Antonio Abate, il beato del fuoco e protettore del bestiame e dei campi.

Secondo infatti la tradizione Sant’Antonio libera la popolazione dai mali, dalla sofferenza e dal dolore e quindi accendere il falò è una tradizione di buon auspicio.

Falò di Sant’Antonio Abate a Nusco
Gli ospiti potranno assistere, secondo la tradizione, all’accensione del fuoco purificatore per omaggiare la figura del Santo.

Nel centro storico saranno anche allestiti degli stand, dove tutti potranno degustare prodotti tipici del territorio insieme all’ottimo aglianico irpino.

Continua a leggere
  780 Visite
  0 Commenti
Redazione Montella.eu

Montella digital radio

“Montella Digital Radio”>>>>>>>>> nasce come un’attenta rivisitazione e rivitalizzazione della musica degli ultimi e cupi anni ’70, degli indimenticabili anni ’80, delle colonne sonore dei film più visti al mondo (Sergio Leone e Morricone approverebbero). Tutto ciò è stato effettivamente realizzato quaranta anni dopo che il fenomeno, dal successo indiscutibile, delle trasmissioni FM ha contraddistinto la nascita e la messa in onda delle numerose Radio cosiddette “libere” (anni ’70). L’idea ha come punti cardine la scelta valutata ed eccellente di brani provenienti dai più disparati generi musicali, tra i quali il Funky, la Disco Music, Pop, Rock, Punk. E’ inoltre concesso ampio spazio alla fervente musica italiana di quegli anni. La rivoluzione tecnologica che contraddistingue il nuovo millennio incide positivamente sulla promozione e sulla diffusione di questa nostra piccola idea, considerando che Internet veicola le informazioni efficientemente e possiede confini straordinariamente illimitati. Ci rivolgiamo prevalentemente (ma non solo) a coloro che hanno vissuto con intensità gli anni ’70 e che, nostalgicamente, hanno voglia di rivivere il sabato sera in discoteca dei mitici anni d’oro, ballando e a divertendosi. Non c’è una particolare presunzione nel voler trasferire emozioni: vogliamo rivolgerci agli ascoltatori presentando la nostra genuina e a volte farraginosa e maniacale passione che applichiamo durante la ricerca di questa tipologia di musica. Speriamo di essere all’altezza dell’arduo compito, che consiste nel fuggire per qualche minuto dagli inconsistenti schemi attuali, per rifugiarsi sulle accomodanti poltroncine di un bar di paese, in un’epoca che si fa ricordare piacevolmente.

  921 Visite
  0 Commenti
Redazione Montella.eu

GEMELLAGGIO DI MONTELLA CON NORRISTOWN 1987

PARTENZA DA MONTELLAFILMATO COMPLETO

Un esempio del legame che lega le comunità italiane all'estero con la Madre Patria è sicuramente quello rappresentato dal gemellaggio di Montella con la cittadina americana di Norristown. In questa cittadina è presente una folta rappresentanza di abitanti di Montella emigrati negli Stati Uniti; questa comunità è rimasta fortemente legata alle tradizioni della cittadina di provenienza, ai suoi costumi, alle sue tradizioni, al culto del SS. Salvatore.
Nel lontano 1906 fu fondata una Società a Norristown (The Society of Montella in Norristown Society, PA, USA) con il compito di mantenere saldi i rapporti con Montella e di mantenere vive le antiche tradizioni. Negli ultimi 25 anni vi è stato un ulteriore incremento delle attività e dei collegamenti tra le due comunità: in particolare vi sono stati molte visite reciproche; delegazioni americane partecipano alla Processione del SS.Salvatore a Montella, e, viceversa, delegazioni italiane si recano a Norristown per seguire gli analoghi festeggiamenti organizzati in quella cittadina.
logo-1987Nel 1987, in particolare, un gruppo di ben 205 cittadini di Montella si è recata a Norristown per partecipare alla locale festa del SS.Salvatore.

  960 Visite
  0 Commenti
Redazione Montella.eu

Incendio a Montella in un appartamento

A Montella In via Rinaldo D'aquino ingenti danni in un appartamento nessun ferito. 
Le fiamme si sono sviluppate in un appartamento al primo piano . è stato evacuato tutto il palazzo I pompieri hanno lavorato tutta la sera  per spegnere le fiamme.

  1023 Visite
  0 Commenti
Redazione Montella.eu

A 10 ANNI DALLA SCOMPARSA DEL DOTTORE ELIO MARANO

Il 10 gennaio 2010 si spegneva la nobile figura del Dottore Elio Marano.  Che dire di una persona che prima di essere un professionista era un amico? Di tutte le sue qualità la predominante era la DISPONIBILITA’: in qualsiasi momento era a disposizione di chi aveva bisogno del suo aiuto. Inoltre, il suo amore sviscerato per la natura colpiva chiunque lo ascoltava. Mi piace ricordarlo con questo articolo che apparve su un quotidiano dell’epoca.

“ULTIMO SALUTO A ELIO MARANO IL MEDICO CHE FU SINDACO”
Per decenni è stato per antonomasia il <> di migliaia di montellesi, alleviando dolori e sofferenze col suo sorriso bonario. Ma Elio Marano, morto a Montella a 86 anni, non era solo questo. Amava con tutto se stesso la natura, il silenzio dei boschi nei quali si rifugiava spesso, il paesaggio incontaminato delle montagne di Verteglia, trasfigurato in migliaia di fotografie, la scrittura arguta e incisiva affidata, negli ultimi anni, alle colonne della rivista <>.
La medicina, sul finire degli anni ’70 si era mescolata per una breve parentesi alla politica, fino a quando, fu eletto sindaco di Montella. Rimase in sella fino alla vigilia del terremoto; in un periodo di difficile mediazione politica fu l’anello di raccordo tra istanze amministrative e esigenze del paese. Nell’aula consiliare manifestò il suo entusiasmo e il suo amore per Montella al di là di ogni divisione politica.
Nello studio medico di rione Sorbo, fino a qualche tempo fa, ha continuato a impartire consigli amorevoli ai suoi concittadini. Energico e dinamico, sincero e gioviale, di fibra forte nonostante alcune tristi parentesi di dolore per la perdita di due amatissimi figli in età giovanile, Elio era davvero l’amico di tutti!
(da “Il Mattino” del 12 gennaio 2010)

  729 Visite
  1 Commento
Redazione Montella.eu

Presentazione del libro SEMINARISTI di Rocco Granese

Sabato 11 gennaio 2020 alle ore 16.30  Biblioteca Comunale presentazione del libro di Rocco Granese interventi della  Prof.ssa Anna Dello Buono Vice Sindaco e Assessore alla Cultura del Comune di Montella , Dott.ssa Stefania Petriello Moderatrice, Dott.ssa Marianna Patricelli  Pisicoterapeuta Infantile , Damiano Rino De Stefano Già Dirigente Scolastico , Rocco Granese L'autore

  916 Visite
  0 Commenti
Redazione Montella.eu

Lotteria Italia, estrazione con "I soliti ignoti" di Amadeus: 10mila euro anche a Montella

Epifania si chiude come da tradizione con l'estrazione dei biglietti della Lotteria Italia. La Befana oltre a dolci e carbone porterà anche una pioggia di milioni di euro: nel corso dell0'appuntamento con Soliti Ignoti - Il Ritorno - Speciale Lotteria Italia, la puntata speciale dello show condotto da Amadeus, sono stati cinque biglietti  assegnati i premi di prima categoria, tra cui quello del valore di 5 milioni di euro.  Montella comunque  già era stato estratto nel corso delle puntate dei soliti ignoti un premio di 10mila euro. Ancora non si sà chi sia il vincitore.

 

  529 Visite
  0 Commenti
Redazione Montella.eu

Decreto di autorizzazione per il trasferimento di tre classi dal plesso Capone

Decreto di autorizzazione per il trasferimento di tre classi dal plesso Capone alla fondazione Capone di Montella - La dirigente scolastica dell' I.C. Palatucci  di Montella . Prof.ssa Alessandra D'Agostino . DISPONE : il trasferimento di n°3 classi della scuola primaria  2 A  -  2 B - 2 C dal plesso Capone al primo piano dell'edificio di proprietà della fondazione Capone. Si comunica che l'orario delle lezioni sarà il seguente 08.25 - 12.55  come anche deliberato dal Consiglio di istituto nella seduta del 30 dicembre 2019

IL SERVIZIO DI TRASPORTO SARA' REGOLARE

  423 Visite
  0 Commenti
Redazione Montella.eu

Diretta streaming dalle ore 14.30 Rocca San Felice > Felice Scandone Montella

SABATO 4 GENNAIO 2020 ALLE ORE 14.30 DIRETTA STREAMING DALLO STADIO VITO CIPRIANO DI ROCCA SAN FELICE AVELLINO 13MA GIORNATA DI CAMPIONATO prima categoria GIRONE CDELL'INCONTRO DI CALCIO TRA U.S. ROCCA SAN FELICE CONTRO LA FELICE SCANDONE MONTELLA

  476 Visite
  0 Commenti
Redazione Montella.eu

30 DIcembre 2019 ore 19.00 DIRETTA STREAMING SU www.montella.eu In Canto di Natale

Accademia di musica Wassily Kandisky In canto di Natale . Voci Tony Capozzi , Mara Barbarisi, Angelica Russo, Alessia del Giudice,Anna Ruggiero, Sara Sgambato.  Pianoforte Maria Scala Direzione Artistica Angela Ruggiero

  431 Visite
  0 Commenti
Redazione Montella.eu

Ordinanza Comune di Montella N°98 del 27/12/2019

Oggetto : eliminazione sterpaglie e pulizia terreni - Prermesso che frequantemente viene accertato lonstatodi abbandono in cui versano alcune aree, sia all'interno che all'esterno del centro abitatao, per le quali vengo eseguite lericorrenti operazioni  di sfalcio dell'erba ed eventuali potature delle essenze riscontrando la presenza di varirì..........clicca e continua 

  652 Visite
  3 Commenti
Redazione Montella.eu

Nasce Pan Dom:Domenico omaggia Montella

Il pastry-chef: "È il mio personale omaggio all'amata Montella e alla regina castagna" Artigianale, soffice, irpino. Pasticceria Sabazio presenta Pan Dom, il panettone che esplora il gusto della tradizione e i profumi di Montella. Una cupoletta delicata e genuina frutto del lungo lavoro di ricerca di Domenico Roberto che dopo anni di esperimenti ha riscritto l'essenza del Panettone con una personale ode all'Irpinia.
"Pan Dom è un omaggio alla mia terra, la mia cara Montella e alla sua regina, la Castagna del Prete, da secoli protagonista delle nostre famiglie e adesso conosciuta in tutto il mondo".

Domenico con la sua straordinaria attenzione a farine e tecniche di lievitazione naturale
ha dato forma ad una ricetta speciale che si prefigge di esaltare e salvaguardare la gastronomia locale: un mix di nuance che esplorano il gusto tipico del terroir nella veste alternativa del dolce Meneghino.
"Ho impiegato circa due anni per arrivare a questo risultato. Il Pan Dom ha avuto varie evoluzioni, sono partito dalle castagne infornate fatte a pezzetti e inserite nell'impasto, buono ma non mi convinceva, nè esteticamente, nè al gusto. Così per bilanciare i sapori ho pensato di aggiungere i fichi caramellati e cioccolato bianco che conferiscono morbidezza all’impasto e evocano la tipica tavola montellese fatta di fichi, cioccolato e Castagne del Prete".

Erede di un nome importante Domenico è attento al territorio e alla purezza dei suoi prodotti. Pan Dom è alfiere di una identità culturale legata ad un luogo ma anche strumento narrativo di una storia fatta di sacrifici e passioni.
"Pasticceria Sabazio apre per volontà di Giovanni Maria Roberto, mio bisnonno, nel 1875 - racconta il pasticciere - Nel secolo scorso mio nonno Domenico portò l'attività agli onori della cronaca divenendo il pasticciere di fiducia dei Savoia e ricevendo la medaglia d'oro come miglior pasticciere del Regno d'Italia. Dopo di lui ci fu la gestione di mio padre, fino a quando nel 2000 è toccato a me prendere le redini di una lunga tradizione dolciaria a cui cerco di tenere fede quotidianamente".
Pan Dom acronimo di Domenico omaggia Montella è il simbolo di una famiglia che da un un secolo e mezzo produce dolci creazioni artigianali selezionando ingredienti scelti, preferibilmente a chilometro zero. Protagonista indiscussa è la castagna che nel Pan Dom incontra il gusto dolce dei fichi caramellati racchiusi in alveoli regolari che puntellano un delicato e morbido impasto di farina di frumento, uova, burro e cioccolato bianco. Un goloso trionfo per raccontare attraverso un dolce assai di moda la vocazione gastro-culturale dell'amata Montella.

  858 Visite
  0 Commenti
Redazione Montella.eu

Ordinanza Del Sindaco Di Montella N° 97 Del 23/12/2019

ORDINANZA DEL SINDACO DI MONTELLA N° 97 DEL 23/12/2019  

  790 Visite
  0 Commenti
Redazione Montella.eu

Perquisizioni e posti di blocco, a Montella diverse denunce dei carabinieri - da Irpinia News

Prosegue l’azione dei Carabinieri della Compagnia di Montella che con perquisizioni, posti di blocco e una massiccia presenza nelle strade, stanno eseguendo quotidiani e mirati controlli che hanno portato alla denuncia di tre persone, al ritiro di una patente di guida e all’allontanamento di quattro soggetti gravati da precedenti di polizia. Nello specifico, sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino un 45enne ed un 60enne sorpresi a Torella dei Lombardi, dai Carabinieri della locale Stazione, alla guida dei rispettivi mezzi agricoli mentre trasportavano circa 10 quintali di legna di quercia che poco prima avevano tagliato ed asportato da un bosco demaniale. La refurtiva è stata sequestrata.

E’ stato denunciato dai carabinieri di Torella dei Lombardi anche un ventenne di Battipaglia che, fermato a Montella alla guida della propria autovettura, è risultato essere in evidente stato di alterazione psicomotoria conseguente all’assunzione di stupefacenti, accertata mediante esami tossicologici: per lui oltre alla denuncia è scattato il ritiro della patente di guida.

Sono stati invece allontanati con Foglio di Via Obbligatorio quattro stranieri (tre di origini romene ed un marocchino, di età compresa tra i 25 ed i 35 anni), tutti con a carico precedenti di polizia, sorpresi a girovagare in atteggiamento sospetto a Castelfranci e Paternopoli.

  758 Visite
  0 Commenti
Redazione Montella.eu

Riceviamo e pubblichiamo la nota del coordinamento cittadino di Montella Libera:

Montellalibera, movimento politico attivo da 15 anni, coerente agli interessi dei cittadini montellesi, vuole portare avanti un’operazione verità rispetto alle fandonie pronunciate dal sindaco nel comizio del 15.12.2019. Alla finta solidarietà espressa il giorno della nostra esclusione (oltre ad altre proposte oscene puntualmente respinte al mittente), oggi si accompagna l’arroganza e la spocchiosità di chi in 6 mesi evidentemente ha già fallito: troppo forte l’ossessione della vecchia amministrazione, nominata ad ogni sospiro con rancoroso veleno. Ma del resto per raccontare il nulla concretizzato in questi mesi sarebbero bastati 23 secondi o forse meno: il ridicolo comizio non poteva che essere un elenco di invettive contro chi ha amministrato fino a qualche tempo fa.
Si riconosce a questo sindaco, eletto solo grazie all’esclusione di Montellalibera, il diritto di amministrare, ma si pretende che lo faccia con onestà intellettuale, senza stravolgere la realtà dei fatti, con racconti falsi e tendenziosi.
Innanzitutto basta giocare sulla pelle dei cittadini, soprattutto di quelli che attendono da 40 anni un alloggio popolare, presi in giro e persino derisi da ormai 7 mesi, quando bastavano 7 giorni per risolvere la questione degli allacciamenti ai pubblici servizi a rete. Vero 7 giorni quando si hanno le necessarie conoscenze e ci si interessa delle problematiche, e soprattutto quando non si specula per il divertimento di far ricadere colpe sui predecessori!
E poi l’incredibile elenco di numeri al lotto sui presunti debiti. A comprendere il bilancio ed i meccanismi di compensazione tra crediti e debiti (ad esempio Irpiniambiente), l’unico debito certo che pagheranno i cittadini nei prossimi 20 anni è quello di quasi 1 milione deliberato da questa amministrazione per il campo sportivo: la capacità di un buon amministratore sta nell’intercettare contributi a fondo perduto e non di contrarre nuovi mutui!
Si pensi piuttosto a recuperare i crediti vantati nei confronti dell’Alto Calore, tanto caro al sindaco PD da esserne stato un egregio avvocato difensore nei vari consigli comunali, votando contro le azioni di recupero dei contributi dei cittadini montellesi. E della Comunità Montana: i cittadini non barattano i loro diritti per un assessorato! A proposito del macello, inoltre, il sindaco non faccia finta di ignorare che il relativo debito fuori bilancio fu proprio causato dai suoi “compagni” di avventura ben oltre un decennio fa, a causa di espropri mai perfezionati.
Stendiamo, poi, un velo pietoso sui lavori pubblici: a parte le opere in corso, al 99% avviate dall’Amministrazione Capone, non si è mossa una foglia: piuttosto sono stati stravolti e cancellati alcuni cantieri, altri mai sono stati avviati nonostante i finanziamenti. Fa ridere, poi, che il sindaco consideri troppo larga l’isola pedonale di 3 metri su via Michelangelo Cianciulli: probabilmente pensa di costringere i pedoni a camminare in fila indiana; e visto che si ritiene lungimirante, potrebbe ripristinare anche i semafori, pur di eliminare qualche rotonda.
Bugie anche sull’ex Consultorio: sarebbe sufficiente leggere gli atti per capire che la proprietà è del Comune di Montella e che è stato legittimo assegnare i locali alla Protezione Civile di Montella. Ma forse voleva assegnarli al gruppo di Volturara, avendo già escluso i ragazzi di Montella dalla Sagra della Castagna. E avendo fatto sparire persino la targa simbolica che l’Amministrazione Capone aveva preparato per i nostri validissimi collaboratori.
Menzogne anche sulla Scuola: tiri fuori i documenti il sindaco! Né i tecnici incaricati, né i tecnici comunali nelle loro relazioni avevano mai paventato pericoli o consigliato l’evacuazione. Enormi i disagi creati a genitori e bambini, solo per distribuire ulteriori incarichi di decine di migliaia di euro in cambio di relazioni ad hoc!
E ancora strade e casali abbandonati al loro destino: alcune vie non si puliscono da mesi, altre addirittura da maggio; su viale San Francesco ormai i rami caduti mesi fa stanno di nuovo germogliando.
Ora basta, la misura è colma. Non tollereremo ulteriormente accuse infondate, utili solo a confondere i cittadini. È il momento della responsabilità: amministrare è una cosa seria che richiede capacità, impegno, passione e dedizione. Ci vuole presenza sulle questioni e non solo passerelle augurali; è necessario trovare soluzioni ai problemi, dimostrando le proprie competenze, non con alibi, scuse e accuse per le proprie mancanze.
Per via del totale silenzio complice dell’opposizione, Montellalibera rivendicherà sempre il ruolo di sentinella della legalità e della corretta informazione, con la presenza sul territorio al fianco della gente, oggi e sempre.
E per l’occasione auguriamo a tutte le famiglie montellesi ogni bene per un sereno Natale e un felice 2020.

Il Coordinamento Cittadino di MONTELLALIBERA

  562 Visite
  1 Commento
Redazione Montella.eu

Paesaggio, storia e cultura: viaggio a Montella

Intervista al Sindaco Buonopane e all'arch. Nappa sulla nostra Montella e le sue potenzialità.

  734 Visite
  0 Commenti