Leone Villa ESpett.le Redazione, ho letto con interesse l’intervento di Riccardo Cianciulli relativo alla Fondazione della Casa di Riposo : un argomento sul quale voglio apportare ulteriore documentazione in mio possesso, che arricchisce e meglio precisa i contorni della vicenda. Ma non prima di aver fatto rilevare al mio cortese lettore che il tenore del mio articolo rispecchia un metodo di indagine rigorosamente “storico “, che appartiene alla mia lunga formazione di studioso della storia , di cui è testimonianza, credo, il mio curriculum scientifico di non poche pubblicazioni. L’assunto dell’articolo poggia su verificabili fonti documentarie (atti deliberativi del Consiglio municipale in Archivio Comunale; numerosi riscontri della stampa periodica provinciale presso l’Emeroteca della Biblioteca Provinciale di Avellino, memorie ecc.), non esprime o camuffa <pareri personali>! 


Nel merito.
1° “L’obbligo” per M. Cianciulli di istituire l’Ente Casa di Riposo , che io ho evidenziato non come <riportato testuale> dal testamento del 1951 ( in caso contrario avrei virgolettata l’espressione) bensì come pregresso gia ribadito legato, presente per altro in precedente testamento, era stato in altre circostanze chiaramente manifestato dalla signora o’Connor, come risulta dall’acclusa documentazione riportata in calce.


2° E’ indubbio che il prof. Michele Cianciulli ( un personaggio montellese di notevolissimo spessore culturale - letterario e filosofico sul quale da tempo sto raccogliendo materiale per un profilo bio - bibliografico ), in qualità di unico erede e quindi svincolato da obblighi testamentari, abbia dato esempio di coerenza, di onestà, di straordinaria magnanimità e moralità.

3° Dalla memoria “storica “ di un testimone, che visse da vicino i fatti ed in parte coinvolto personalmente, si possono ricavare elementi utili ad una più articolata ricostruzione di quella vicenda. Da essa, quale che sia il legittimo giudizio “personale” del lettore, risulta altresì la corretta linea interpretativa da me seguita , nel mentre getta nuova luce sulla lunga e complessa genesi della Fondazione della Casa di Riposo.


Vi saluto cordialmente
Mario Garofalo

PROMEMORIA
di Sica Gerardo, nato a Monte/la il 24. 11.1913

Affinchè resti memoria dei fatti e per far conoscere la verità, racconto quanto segue

Aggiungi commento